La mia Storia



Mi chiamo Emiliana Giusti.


Quando ero adolescente ho scoperto di avere un disturbo: l’Ipercolesterolemia familiare: per un problema genetico il mio livello di colesterolo è superiore a 300.

Quando lo scoprimmo mia madre mi portò da una Dietologa e quel giorno io decisi che anch’io avrei fatto quel lavoro nella vita.

Perciò mi sono laureata in Medicina e ho seguito per altri quattro anni la scuola di specializzazione in Scienza dell’alimentazione.

Una volta terminata, ho iniziato a lavorare come libero-professionista in vari centri del Veneto.

In ormai più di vent’anni di lavoro ambulatoriale ho seguito migliaia di persone.

Prima di prescrivere diete o farmaci, ho sempre cercato di entrare in sintonia con le persone e prendermi cura di loro nel senso più completo della parola.

Questo mi ha permesso fin dai primi anni di veder crescere progressivamente e velocemente il numero delle persone che si rivolgevano a me e ottenere un importante successo professionale.

Ma c’era un tarlo che mi rodeva nel profondo.

Alla scuola di specializzazione mi avevano insegnato il classico metodo per impostare una dieta, basato sulla restrizione delle calorie e sulla riduzione o eliminazione di alcuni cibi.

Soffrire la fame e mangiare pasti privi di gusto era un passaggio obbligato per perdere i chili in eccesso e tornare in forma.

I risultati arrivavano ma la sofferenza era tanta e la forza di volontà che chiedevo ai miei pazienti spesso si esauriva dopo qualche mese.

E soprattutto non mi piaceva l’idea che il cibo fosse visto come qualcosa di negativo, da combattere, da eliminare.

Che il piacere di mangiare bene venisse considerato un peccato mortale….

Queste perplessità sull’approccio all’alimentazione nella Dietologia classica, mi hanno spinto ad iniziare un percorso di analisi e approfondimento.

In questi ultimi dieci anni ho studiato tutte o quasi (sono veramente tante….) le  teorie dietologiche vecchie e nuove e anche le mode dietetiche del momento, cercandone pregi e limiti, verità ed esagerazioni.

Ho analizzato e approfondito tutti gli studi che finalmente la scienza ha iniziato a condurre sulle proprietà dei cibi e sui loro effetti nell’organismo, stimolati inizialmente dalla ricerca di un loro possibile ruolo nella prevenzione dei tumori.

E sono arrivata nel tempo a definire un metodo di lavoro, il Metodo Giusti, che si basa su un valore fondamentale: il valore positivo del cibo.

Ho imparato ad amare il cibo, a conoscerlo ed usarlo per aiutare le persone a essere sempre in forma e in salute.

Questo metodo non è infatti finalizzato soltanto a perdere peso e mantenere un ottimo stato di forma fisica, ma anche a curare disturbi e malattie con il cibo, utilizzato come un vero e proprio farmaco.

In questi anni ho costruito un team di professionisti della nutrizione che segue il metodo che ho sviluppato. Ognuno di noi, vista anche la vastità e complessità dei problemi che affrontiamo, si è focalizzato nello studio di argomenti diversi, diventando anche per gli altri il punto di riferimento per le specifiche terapie nutrizionali.

Sono migliaia ogni anno le persone che si rivolgono a noi per ritrovare la forma perduta, per risolvere disturbi fastidiosi e cercare aiuto nella cura di malattie di anche gravi ed invalidanti (dal diabete ai problemi cardiocircolatori, dalla sclerosi multipla ai tumori, per citare alcuni esempi).

Insieme ai nostri pazienti e anche grazie ai loro feed-back, miglioriamo costantemente la definizione di terapie diverse basate sulle proprietà particolari dei cibi e sulle loro associazioni.

Ora finalmente sento di riuscire ad aiutare veramente le persone a migliorare la cura di se stesse ed essere sempre in forma ed in salute.



Conosciamoci un po’ meglio

Il mio lavoro in Numeri



0123456789001234567890

ANNI DI ESPERIENZA


0123456789001234567890.012345678900123456789001234567890

PAZIENTI


0123456789001234567890

CORSI ED EVENTI

Il Metodo Giusti ha aiutato migliaia di persone ad essere in forma e in salute!



Vicenza, 10 Settembre 2017

Marina Panozzo


“… Credo fermamente nell’importanza di essere in salute, avere un giusto peso, ma di più ancora sentirsi bene con se stessi; sentirsi forti! …“



Vicenza, 23 gannaio 2017

Savio Erica


“Ricordo la prima volta che venni nel suo studio, avevo una gran paura e mi sentivo una ragazza insicura con il timore che non sarei mai riuscita a risolvere il mio problema, ma lei sin da subito mi ha fatto credere in me stessa dandomi fiducia…“



Vicenza, 04 Maggio 2017

Martina P.


“… chiedo una visita da un reumatologo che con tre esami del sangue arriva a una diagnosi seppure generica: infiammazione cronica autoimmune. Vado a farmi seguire a Padova dove ho il piacere di avere la diagnosi precisa: lupus eritematoso sistemico…“


Leggi tutte le testimonianze